Ti presento i mostri

di Giuseppe Masala

 

Tanto tempo fa, in Italia, c’era un partito che si definiva comunista, dunque diverso, fuori dalla gabbia d’acciaio del capitalismo dove l’Italia era stata collocata dai grandi ad Yalta.

Con la fine dell’esperimento socialista nei paesi dell’Est, buona parte della classe dirigente di questo partito ha abiurato le proprie idee. Non è stato un cammino facile sicuramente, basti pensare che al partito è stato cambiato innumerevoli volte il nome e il simbolo (PDS, DS, PD), fino ad arrivare alla fase attuale dove è scomparso anche il generico richiamo all’appartenenza politica cosiddetta di “sinistra”.

Ora l’apoteosi: finalmente l’appoggio al governo dei loro sogni, fatto di professori bocconiani ultraliberisti, generali e prefetti. Tutto questo con l’alleanza, di fatto, con i berlusconiani e i casiniani. Senza contare poi i vari scandali: Bassolino, Penati e Lusi per fare qualche esempio. Proprio un partito come gli altri.

Il fatto è che la storia, con buona pace di Fukuijama, si è rimessa in marcia: se venti anni fa è crollato il comunismo ora sta crollando il capitalismo.

Insomma, tanta fatica rischia di esser stata vana: a cosa è servito diventare ultraliberisti e poi vedere il tempio capitalista crollare miseramente?

A pensarci bene i nostri eroi sembrano un tantinello sfortunati, sempre che non si voglia usare un aggettivo tanto amato dai nostri Martoni al governo: sfigati.

E se si vuol essere cattivelli verrebbe da pensare che, anzi, siano proprio loro a portar sfiga: in qualunque paradiso vogliano arrivare, dopo opportuna traversata nel deserto, all’arrivo se lo vedono trasformato in inferno!

Non ci resta che aspettare la prossima trasformazione in cattolici democratici, e anche la pratica dell'”Oppio dei Popoli” di marxiana memoria sarà sbrigata.

A proposito Bersani, se vuoi fare qualcosa di buono per l’Italia, potresti affiliare qualche corrente del partito alle varie organizzazioni criminali presenti in Italia. Vuoi vedere che siete gli unici capaci di distruggere la Mafia? Dall’interno.

Annunci