Il vestito nuovo di Zeroconsensus

di Giuseppe Masala

Gli ambasciatori

Cari amici come vedete il blog ha cambiato veste grafica. Spero sia di vostro gradimento. A mio modo di vedere il fatto saliente della nuova veste è l’aver inserito nella testata un particolare del quadro, di Hans Holbein, “gli ambasciatori“.

La scelta di questa opera non è naturalmente casuale. Hans Holbein rappresenta alla perfezione la sua epoca, il XVI secolo. Secondo me l’epoca di Holben e degli ambasciatori è tornata: di nuovo guerre, di nuovo la politica di potenza, di nuovo un popolo inerme che ha perso la coscienza e la capacità di interpretare la realtà. Dunque, l’uomo nuovamente in balia dei potenti, rappresentati in questo quadro dai due ambasciatori. Se vogliamo, questa può essere anche vista come l’epoca del ritorno della geopolitica e della geoeconomia dunque, per dirla con Lenin, l’epoca dell’imperialismo come fase suprema del capitalismo.

Solo la consapevolezza dei popoli, il loro naturale desiderio di pace e fratellanza può cambiare lo stato delle cose. Consapevolezza che Holbein rappresenta magistralmente con la capacità degli osservatori del quadro di riuscire a vedere il teschio (costruito con una particolare tecnica: l’anamorfosi) ai piedi dei due personaggi. Solo ponendosi nella giusta prospettiva, rispetto a questa opera poco nota ma sublime, si riesce a vedere la “presenza” terrificante.

Non mi resta che invitare i miei lettori, qualora ne abbiano la possibilità, di recarsi alla Nationala Galley di Londra ad ammirare il quadro, io ne sono rimasto profondamente colpito.

Annunci