Il saccheggio

di Giuseppe Masala

Ero tentato dall’idea di pubblicare la lista dei parlamentari che hanno firmato la proposta di legge  numero 3809, “Disciplina dei partiti politici, in attuazione dell’articolo 49 della Costituzione, e delle fondazioni politico-culturali” presentata da Ugo Sposetti del Partito Democratico. Proposta di legge tristemente nota perchè propone il raddoppio delle già abnormi elargizioni pubbliche ai partiti presenti in Parlamento.

Non la pubblicherò, del resto i miei lettori sono sicuramente capaci di trovarla da soli. Però qualcosina va detta. Chi legge costantemente il mio blog credo avrà intuito che, dal mio punto di vista, questo genere di scandali sono solo degli specchietti per le allodole: utili per nascondere i veri problemi. Del resto per l’Oligarchia al potere, montare uno scandaletto al fine di cacciare dei servitori con la livrea ormai troppo sporca di cioccolata , non è difficile: i mezzi di comunicazione di massa sono di loro proprietà.

Credo che le persone debbano imparare a scegliere perchè non tutti sono uguali. Operazione non semplice, mi rendo conto, infatti per poter scegliere bene bisogna prima capire la realtà. Come è strutturata la nostra società? Esistono le classi sociali? Esiste una classe dominante? Se questa classe dominante esiste, agisce per il bene comune? E soprattutto, cos’è il bene comune? Ecco, se una persona si pone queste domande e trova le risposte, non gli sarà difficile scegliere correttamente. In automatico tutti coloro che utilizzano la politica come un mezzo per ottenere benefici economici personali sarebbero spazzati via.

E’ l’ora che le persone in grado di interrogarsi inizino a riflettere e a cercare le risposte. Questo si che sarebbe il de profundis per la malapolitica presente sia nel piccolo Ente Locale (non tutti, per fortuna) sia nel Parlamento. Scandalizzarsi, stracciarsi le vesti, indignarsi e poi non interrogarsi sulla realtà è operazione futile: si passerebbe semplicemente da una banda ad una cosca.

Annunci