Marx e la finanziarizzazione

di Giuseppe Masala

Il processo di produzione appare soltanto come termine medio inevitabile, come male necessario per far denaro. Tutte le Nazioni a produzione capitalistica vengono colte perciò periodicamente da una vertigine, nella quale vogliono fare denaro senza la mediazione del processo di produzione.”

Karl Marx, “Il Capitale” libro secondo, 1894

 

Nota di Zeroconsensus: solo chi non vuol vedere può pensare che Marx non conoscesse il fenomeno della finanziarizzazione, ovvero quel processo per il quale si tende a creare valore superando la produzione o – se lo vogliamo dire in altri termini – la tendenza a fare danaro attraverso il danaro senza passare dalle merci. Effettivamente questa “vertigine”, così la chiama il rivoluzionario tedesco, ha radici antiche, per esempio era già individuabile nella “crisi dei tulipani” dell‘Olanda del ‘600.  Mi piace pensare che Marx avrebbe riso parecchio nel sentire i banchieri della fine del XX secolo (e dell’inizio del XXI) parlare di “industria bancaria” e di “prodotti bancari“. Attività che di industriale e di produttivo non avrà mai nulla.

Annunci