Il macellaio e il governante

di Giuseppe Masala

In uno sperduto villaggio europeo vi era un macellaio molto potente. Egli decideva a quali suoi clienti dare la carne migliore e da quali contadini acquistare i capi da macellare. Va da se che decideva anche a quali prezzi acquistare e a quali vendere. Il macellaio era però imprevidente: risparmiava sulla manutenzione delle sue celle frigorifere. Una notte d’estate – quando faceva molto caldo – pagò cara questa sua leggerezza infatti le celle si ruppero e tutta la sua carne andò in malora. La mattina quando andò a lavoro trovò l’amara sorpresa e disperato corse dal Sindaco del paese (uno dei suoi migliori clienti) ed esclamò: <<Signor Sindaco, mi aiuti, sono rovinato! Si sono rotte le celle frigo e tutta la carne è andata in malora! Ora come farò a pagare i contadini se non posso vendere la mia carne?>>.

Il Sindaco  – che, si dice, dal macellaio imprevidente aveva sempre ricevuto la carne migliore a prezzi scontati –  riunì urgentemente il Consiglio Comunale al fine di proporre una soluzione al gravissimo problema: <<Signori consiglieri, siamo in una situazione drammatica! Il paese intero rischia di rimanere senza carne a causa del gravissimo problema che ha colpito il nostro macellaio! Anche i contadini rischiano il tracollo economico visto che il macellaio non può pagare i capi di bestiame acquistati. Ma non vi preoccupate ho escogitato una soluzione veramente interessante: il comune fonderà una “bad batcher’s shop”, acquisterà la carne avariata dal macellaio che con i soldi ricevuti potrà ripagare i debiti con i contadini e riprendere la sua attività! Saranno tutti felici e contenti: il macellaio, i contadini e anche i cittadini che potranno mangiare ancora le migliori carni.>>. Tutti i consiglieri  applaudirono estasiati alla geniale soluzione. Solo uno appariva poco soddisfatto e infatti con una voce flebile chiese la parola: <<Signor Sindaco,  Signori Consiglieri, a me non pare giusto che il macellaio imprevidente, che mai ha fatto manutenzione alle sue celle frigo, venga aiutato in questo modo. Non dobbiamo fare una “bad batcher’s shop” ma dobbiamo acquistare direttamente la macelleria, assumere un macellaio più capace e riparare le celle frigo. Che ci fa poi il Comune con la carne avariata acquistata al prezzo della carne di prima qualità? Non vi pare uno spreco di danaro pubblico? E poi, chi ci rassicura che da ora in poi il macellaio gestisca l’azienda in  maniera più responsabile?>>. Il Sindaco paonazzo dalla rabbia riprese la parola e con voce tonante disse: <<Le regole del libero mercato e dell’economia dicono che un ente pubblico non può acquistare una macelleria perchè non è in grado di gestirla con la medesima capacità del privato! Noi acquisteremo la carne avariata, successivamente la sottoporremo ad uno speciale trattamento di risanamento e rivenderemo questa carne a metà prezzo nel paese di Vutronia, a pochi chilometri da qui. A Vutronia non sanno nulla e saranno ben felici di acquistare la nostra carne a metà prezzo…certo la qualità non sarà la stessa, ma non rischiano la salute! Pazienza poi se tutta questa operazione ci costerà un pò di soldi e dovremmo tagliare l’assistenza agli anziani per finanziarla. Del resto poi si sà, gli anziani non sono in grado di protestare e non si sa manco se alle prossime elezioni sono ancora in vita e quindi in grado di votare!>>. A queste parole scattarono gli applausi scroscianti di tutti i consiglieri (tranne uno) estasiati dalla genialità del Sindaco.  E i cittadini vissero truffati e contenti (naturalmente fino al prossimo guasto delle celle frigorifere).

Ecco qui spiegato – con una favola – quello che la BCE ha richiesto alle autorità spagnole: la costituzione di una “bad bank” che con i cento miliardi, degli aiuti europei,  acquisti dalle banche spagnole i prestiti inesigibili (la carne avariata, per intenderci) e soprattutto lasci le banche in mano a chi le ha gestite in maniera scriteriata. Certo, la scusa è sempre la stessa: lo Stato non deve entrare nel capitale delle banche perchè non ha la competenza per gestirle. Ma questa affermazione lorsignori si guardano bene dal suffragarla con dei dati statistici.

Annunci