Affaire Mps: l’inganno di Bersani

di Giuseppe Masala

maschera

In più di una circostanza abbiamo parlato, su questo blog, della situazione tragica in cui versa il Monte dei Paschi di Siena. L’autore infatti ha pensato che parlarne in questo momento sia abbastanza noioso e comunque ridontante visto l’uragano di pezzi che si possono leggere sulle pagine della stampa mainstream. Però una frase del candidato premier Bersani ha destato l’attenzione :”Adesso bisogna dare agli attuali manager dei poteri commissariali”. Secondo noi questa frase lapidaria nasconde la natura profondamente menzognera e manipolatoria della classe politica che ci ha governato in questi tragici venti anni; proviamo ad approfondire.

Facile immaginare che per il lettore medio la proposta sia assolutamente di buon senso ed evidenzia la buona fede di Bersani e del suo partito, ma sarà veramente così? Oppure vi è una lettura alternativa della proposta? Proviamo ad analizzare il contesto politico locale nel quale è avvenuto lo scandalo. Attualmente il maggior azionista della banca – il Comune di Siena attraverso la Fondazione – è privo di una guida politica e entro pochi mesi vi saranno nuove elezioni. Sia detto per inciso, non pare difficile immaginare che queste elezioni sconvolgeranno il panorama politico che da venti anni almeno è cristallizzato in una maggioranza bulgara che fa capo proprio al partito di Bersani. Difficilmente i responsabili politici di una catastrofe che non ha pari nella storia della Repubblica Italiana verranno riconfermati alla guida del Comune. Quali conseguenze se una maggioranza ed un sindaco veramente alternativi si insediassero nel comune (zeroconsensus pensa a Rivoluzione Civile di Ingroia e a Beppe Grillo o magari  ad una coalizione cittadina tra questi due movimenti)? Sicuramente vi sarebbe il repulisti nella Fondazione e di consegunza nella banca con il rischio concreto (per chi ha male amministrato) dell’apertura di nuove cassaforti. Ecco allora che vista sotto questa luce la proposta dii Bersani di concedere poteri commissariali all’attuale dirigenza che credo possa essere definita d’area PD (Profumo è un elettore notorio nelle primarie pidine) assume il significato di un tentativo di cristallizzare il controllo sulla banca, grazie ad uomini fidati, Qualcosa da nascondere lui (e il suo partito) o troppo malfidato zeroconsensus?

Annunci