Le responsabilità della catastrofe bancaria

di Giuseppe Masala

catastrofe

Deve essere chiaro che il collasso del sistema bancario italiano sotto il peso dei crediti inesigibili è da imputare alla scellerata politica economica posta in essere dal più discutibile degli economisti (Sapelli correttamente ma con una certa perfidia lo chiama “commentatore economico” del Corriere della Sera). Mi riferisco a quel Mario Monti attualmente appollaiato sul trespolo di senatore a vita contro la norma costituzionale (quali sarebbero gli alti meriti di questo signore?) e già sottosegretario di Cirino Pomicino e poi – alla caduta della DC – riposizionatosi come liberale tutto d’un pezzo e cerbero del rigore dei conti.
Ecco, questo signore assiso nel 2011 alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha devastato la domanda interna – in ossequio ai dictat interessati del IV Reich di Bruxelles – senza calcolare che questa politica avrebbe caricato di crediti inesigibili le banche fino alla loro completa distruzione. Non basta, per ovviare a questo problema che avrebbe individuato (quasi) chiunque dotato di buonsenso non ha manco previsto un embrione di bad bank che andava fatta allora!

Ecco, tutto questo caos e figlio e frutto di quel governo di scellerati mascherati da dotti, sapienti ed accademici. A Renzi, e la cosa va detta, tutto la situazione gli è scoppiato tra i piedi come una mina; certo anche lui le sue colpe le ha visto che ha implementato ottuse politiche economiche vetero-keynesiane (<<80 euro!!!>>), ma sono nulla rispetto a quelle del governo degli Ottimati del Priore dei Bocconiani Scalzi.

Un ultima cosa: fossi al posto di Berlusconi, un gigante rispetto a questa gente (il che è tutto dire!) organizzerei una mega festa di Bunga Bunga alla faccia dei decerebrati dei vari popoli viola che quando avvenne quel colpo di stato (nell’accezione di quel capolavoro della scienza politica scritto da Curzio Malaparte) uscirono per strada a starnazzare non rendendosi conto che stava arrivando un governo peggiore del già miserrimo governo Berlusconi. Ora toccherà a tutti mangiare i frutti avvelenati del governo degli Ottimati. Spero almeno che quando tutto sarà finito si capisca che la Bocconi va ridimensionata o quantomeno che ci si renda conto che la più interessante personalità prodotta da quell’ambiente culturale è Sara Tommasi.

Annunci